Presentazione del Convegno

locandina-cai-casentinologhi-cai-casentino

ASSOCIAZIONE
CASUENTUM ONLUS

C.A.I. COMITATO SCIENTIFICO CENTRALE
SEZIONE DELL’AQUILA

Casuentum, la rinascita dopo il terremoto
Itinerari per la valorizzazione delle risorse ambientali e culturali
tra l’Altopiano delle Rocche e la Media Valle dell’Aterno

Convegno  11 Maggio 2013 - Monastero di Santo Spirito (Ocre)
Archeo – Trekking  12 Maggio 2013 - partenza Casentino

 

Il toponimo Casuentum, da cui deriva l’odierna dizione di Casentino, ha un’origine antichissima, la più remota che si possa immaginare, certamente legata ai popolamenti adriatici più antichi dell’Italia Appenninica. La matrice etimologica, quasi che Casuentum rappresentasse un’isola linguistica a se stante, lo ascrive agli Umbri, aborigeni italici per eccellenza. Sappiamo dagli storici e geografi greci e romani che nel secondo millennio a.C. questi generarono i Sabini, che da questi si distinsero tutte le altre etnie centromeridionali (dai Marsi agli Equi, dai Peligni ai Frentani, dai Sanniti ai Lucani ecc.), in particolare a queste latitudini i Vestini Cismontani, che nella Media Valle dell’Aterno fin sopra l’Altopiano carsico del Velino-Sirente, furono testimoni e continuatori d’eccellenza della cultura primordiale legata alla sacralità delle acque. La principale ricchezza del luogo è descritta nell’eponimo: Casuentum per l’appunto significa “luogo delle gelide acque sorgive”, così come ai principi dell’età del Ferro indicherà, quale “luogo delle sorgenti”, il poleonimo della città vestino-romana di Aveja che oggi si sta ritrovando.
Luogo di fertilità, di energie vitalizzanti dunque, ma anche luogo privilegiato, per la particolare orogenesi e i caratteri geo-ambientali, di interscambio e di commercio, speciale crocevia tra i tratturi e le vie consiliari.

Giuseppe Centauro
Presidente Onorario Associazione Casuentum Onlus

 

Valorizzare e preservare l’ambiente significa attrarre l’interesse di tanti appassionati escursionisti e studiosi a sostegno di un rilancio sostenibile dell’abitato di Casentino, posto al centro delle antiche terre e castelli di Barili ed Ocre, di Forcona e di Fossa.
L’idea di costituire l’Associazione “Casuentum Onlus” nasce con l’intento di promuovere la ricerca, la tutela dei siti di interesse archeologico, monumentale artistico e paesaggistico del territorio, promuovere manifestazioni ed attività che possano contribuire a sviluppare e diffondere l’interesse per il patrimonio storico-ambientale.
L’itinerario di archeo-trekking proposto nella giornata del 12 maggio, permetterà la conoscenza e il godimento dell’ambiente pedecollinare e montano e la riscoperta di siti e manufatti nei dintorni dell’antico borgo.

Innocenzo Chiacchio
Presidente Associazione Casuentum Onlus

 

“il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi”  M. Proust